Ci sono anche io!

Ciao mondo!
È con estremo piacere che apro il mio primo sito personale e il mio primo blog;
innanzitutto, permettetemi di presentarmi: mi chiamo Riccardo, ho 20 anni e sono appassionato di tecnologia, di cui per ora mi occupo per passione e spero un giorno possa diventare un lavoro.

Apro un blog perché credo di avere qualcosa da raccontare, soprattutto per quanto riguarda la tecnologia nel mondo d’oggi; parlerò principalmente di Ubuntu, poiché sono impegnato nel suo sviluppo e nella sua promozione. Inoltre questo vuole essere l’inizio di un percorso che voglio condividere: una ricerca della libertà dai tracciamenti e dallo spionaggio su internet, senza però dover rinunciare alle sue funzionalità più avanzate. Il perché lo spiegherò più avanti ;-)

Mi sono preso come impegno personale di scrivere un articolo alla settimana, da pubblicare il lunedì: vediamo se riuscirò a mantenere questo ritmo. Sia il sito che il blog sono cantieri a cielo aperto, sentitevi liberi di segnalarmi eventuali errori nei commenti o sul bug tracker. Oltre al blog in italiano ne terrò anche uno in inglese, sul quale non è detto che scriverò gli stessi articoli, probabilmente mi concentrerò su Ubuntu Touch nella versione internazionale; inoltre avrà una frequenza di aggiornamento minore, perché il mio inglese è davvero scarso.

Tutti gli articoli che scrivo sono liberamente riutilizzabili e modificabili, basta che citiate il mio nome, perché sono un piccolo narcisista. Alla fine di ogni articolo, oltre alla licenza sui contenuti, troverete un collegamento a tre articoli della settimana precedente che mi sono piaciuti e che credo che valga la pena di leggere.

Per quanto detto sopra a riguardo del tracciamento, su questo blog siete completamente al sicuro: i vostri dati non sono condivisi con nessuno. Non è presente Google Analytics, né Disqus, né gli snippet dei social network; i font inoltre sono caricati sul server, in modo da non dover inviare richieste a Google; più avanti installerò un servizio per le statistiche d’accesso, ma sarà open-source e appoggiato sul mio server. Se decidete di cambiare lingua al sito verrà salvato un cookie nel vostro browser per ricordarsi la vostra scelta. In ogni caso una pagina per la privacy è in preparazione.

Un’ultima cosa: il blog è responsive, quindi potete leggerlo tranquillamente anche dal cellulare!

Nel frattempo, sul blog inglese: I’m here too!

Se non li avete ancora letti, vi consiglio questi articoli:
L’angolo del newbie, parte prima di Davide Cipolla su Magliettabianca
Grandi traguardi raggiunti su Chiedi, grazie a tutti su ubuntu.it
ownCloud Documents: ecco come ownCloud sfida Google Drive di Alessio Biancalana su oneOpenSource

Ciao,
R.

Quest’opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

Leave a Reply